BLUE SCREEN FILM   -   P.IVA: 11023770016  - REA: TO 1181800

PRODUZIONI MULTIMEDIALI

La serie, un social drama contemporaneo, si concentra sulle persone comuni che lavorano, o cercano di lavorare, nel mondo dello spettacolo. Persone della porta accanto in cui lo spettatore si identifica facilmente. Racconta i trionfi, i drammi e le loro esperienze dando vita a un ‘dietro le quinte’ realistico e molto spesso feroce.

Saranno portate in scena situazioni stravaganti ma anche preoccupazioni concrete, dalle tasse da pagare alla disoccupazione, dal marito che lascia la moglie per una donna più giovane, ai matrimoni misti. L’elemento di ‘rottura’ sono le vicende di due dei protagonisti, tormentatati da forti percezioni extrasensoriali o ESP (acronimo dell'espressione inglese Extra-sensory perception), che si intrecceranno con le altre situazioni virando il ‘climax’ tra il Thriller e l’Horror.

Torino, Milano e Trani, faranno da sfondo a tutte le vicende.

La prima stagione è composta da dieci episodi di 30 minuti.


SINOSSI

A Trani, nel Museo Diocesano, sta per essere inaugurata la più rara collezione di macchine per scrivere di ogni epoca.

Il museo è stato rilevato da un industriale, Ezio Capano, che ha deciso di fare della città un polo culturale ed artistico di respiro internazionale. Come vetrina ha anche accettato di sponsorizzare un film d'azione, del quale alcune scene verranno girate in loco, prodotto dalla Sunset Film di Torino guidata dal regista Marco Fabris e il produttore Angelo Calandrini.

Per l’evento sono attesi molti ospiti e nel concerto di apertura si esibiranno la pianista Rada Lovinescu e due ballerini di tango: Eric Claire ed Alina Valenti.

Ezio è nella toilette del Museo. Si sta lavando le mani, quando riflessa nello specchio ha la visione premonitrice di ciò che sta per accadere. È da qualche anno, quando fu colpito da un fulmine durante un temporale, che gli accade sempre più di sovente di avere premonizioni.

Chiara Calvise, amica di vecchia data di Enzo e produttrice dell'evento, arriva da Milano e si reca al Museo quando una giovane, apparsa dal nulla, le si para davanti all'auto facendole rischiare un incidente. Anche lei ha un segreto che la tormenta da molto tempo: il fantasma di una ragazza dai capelli biondi lunghissimi che la perseguita.

Il giorno prima dell’evento il custode del museo precipita misteriosamente dal campanile della cattedrale romanica, davanti agli occhi di tutti. Le forze dell'ordine intervenute sul posto, parlano di suicidio ma Ezio non ne è convinto.

Intrighi, misteri, drammi ed eventi sanguinosi si susseguono coinvolgendo i protagonisti in un vortice di situazioni imprevedibili.


CAST IN DEFINIZIONE